"La rinuncia è un suicidio quotidiano"